mercoledì 4 luglio 2018

L’importanza della comunicazione nelle relazioni

Non so se vi siate mai chiesti quanto sia importante la comunicazione da un punto di vista psicologico: forse alcuni di voi lo avranno già fatto, altri invece non si sono mai posti questo quesito, e dunque non hanno mai riflettuto su questo aspetto importantissimo per le relazioni e in generale per la sfera interpersonale. Altri ancora ignorano del tutto l’importanza della comunicazione, rimanendo pertanto del tutto inconsapevoli di quanto gli errori comunicativi possano condizionare negativamente le loro relazioni, e nei casi peggiori deteriorarle irreversibilmente. 


http://www.psicologi-cagliari.it


Nell’ambito della mia pratica professionale di consulenza psicologica e di psicoterapia non mi stanco mai di lavorare sulla comunicazione, enfatizzando la fondamentalità e l’essenzialità di una comunicazione sana nelle relazioni, sia che si tratti di rapporti di coppia, o di relazioni familiari, o lavorative o amicali. Non mi stanco mai di ripetere che è basilare curare particolarmente la comunicazione, poiché quando una relazione si deteriora, nella maggior parte dei casi questo avviene poiché prima di tutto in precedenza, e per vari motivi, si era ammalato il processo comunicativo nell’integrità e nella coerenza delle sue componenti fondamentali. Proprio per questo motivo ciascuno di noi dovrebbe conoscere quali sono le caratteristiche di una comunicazione sana, quali sono le sue regole fondamentali e quali i maggiori rischi di questo processo dinamico di scambio di informazioni, che nella sua globalità è un processo retroattivo circolare, in cui avviene inevitabilmente un influenzamento reciproco. 
Senza renderci conto, ogni volta che comunichiamo definiamo nel medesimo tempo noi stessi e l’altro, nonché la natura e la qualità della relazione che ci unisce. E nel processo comunicativo passa sempre tutta una serie di informazioni veicolate dal canale verbale sul piano semantico, ovvero del contenuto e dei significati che stiamo veicolando con le nostre parole, ma nel contempo passa una miriade molto più consistente di informazioni non verbali, che influiscono massivamente sul processo percettivo del nostro interlocutore e sul significato globale di quanto si è comunicato: il passaggio di informazioni non verbali, che con i suoi significati di livello più profondo influenza ampiamente il contenuto globale della comunicazione, avviene per lo più su un piano preconscio e inconscio.  
L’esperienza mi ha anche insegnato che frequentemente le persone credono di essere buoni comunicatori, mentre in realtà senza neppure rendersi conto infrangono continuamente quelle che sono le regole essenziali di una buona comunicazione: e questo usualmente accade fintanto che le conseguenze negative non le porteranno a confrontarsi con gli esiti negativi che ne derivano. Le conseguenze peggiori dei vizi di comunicazione si verificano indubbiamente nell’area affettiva: ci sono rapporti di coppia che naufragano in tempi più o meno lunghi proprio a causa di un’incapacità di fondo di comunicare in modo sano, chiaro, diretto e coerente, con una quasi totale inconsapevolezza della propria incapacità a comunicare.
La comunicazione è la componente essenziale delle relazioni: proprio per questo è di fondamentale importanza conoscere quali sono le regole che governano una buona comunicazione, e quanto sia essenziale sviluppare la capacità della comunicazione assertiva. Maggiore la capacità comunicativa, più elevata l’armonia relazionale. Tutti, ma veramente tutti, dovremmo fare almeno un piccolo corso o training sulla comunicazione e sull’assertività. 




Dott. Antonello Viola
Studio Specialistico di Psicoterapia e Consulenza Psicologica-Psicodiagnostica
Sedi Sinnai e Cagliari
Cell. 3200757817
e-mail: antonello.viola@gmail.com